La borsite è l’infiammazione di tipo acuto o cronico che colpisce le piccole borse sierose, poste a protezione delle principali articolazioni come gomiti, ginocchia, spalle. Nel nostro corpo ce ne sono circa 150 e sono poste soprattutto tra tendini e ossa, tra i tendini e tra i muscoli. Queste sacche, ripiene di un liquido sieroso detto “liquido sinoviale” fungono da cuscinetti ammortizzatori per rendere fluidi i movimenti e proteggere le articolazioni che, altrimenti, potrebbero andare incontro a usura e traumi.

I sintomi della borsite

Quando il liquido sinoviale, posto all’interno delle sacche s’infiamma, si ha la condizione patologica detta borsite, che comporta dolore, gonfiore, tumefazione, calore nella zona colpita fino a giungere all’impossibilità di fare determinati movimenti. Le borsiti possono essere infiammatorie o emorragiche.

Zone maggiormente soggette alla formazione della borsite

  • Ginocchio
  • Gomito
  • Anca 
  • Femore
  • Spalla
  • Alluce
  • Polso
  • Caviglia
  • Tallone

Come si forma la borsite? Ecco tutte le cause

Le borsiti possono essere d’origine infiammatoria (la più comune) o di origine emorragica.

L’infiammazione del liquido sinoviale avviene in seguito a sfregamenti, movimenti ripetuti, posizioni abitudinarie. È una condizione morbosa che colpisce in particolar modo i musicisti, gli artigiani, gli sportivi e oggi è diffusa tra coloro che passano la maggior parte del tempo al computer, dovuta alla postura delle braccia e ai movimenti del polso. 

Le borsiti infiammatorie possono essere classificate in questo modo: 

Borsite da sovraccarico funzionale, chimica o settica. 

Il primo tipo, definita anche borsite da sfregamento si riferisce all'infiammazione che colpisce chi ripete continuamente gli stessi movimenti in maniera intensa (soprattutto sportivi e lavoratori). Fanno parte di questo gruppo la borsite trocanterica (femore), quella dell'anca, del ginocchio, della spalla, del gomito e quella retrocalcaneare (tendine d'Achille).

Borsite chimica

La sintomatologia che avverte chi è affetto da questo tipo di infiammazione è molto simile a quella tipica della borsite da sovraccarico funzionale ma sono causate da altre patologie (come quelle di tipi degenerativo) o altre infiammazioni.

Borsite settica

A provocare questa infiammazione (si parla del 90% dei casi) è un batterio, in particolare lo Stafilococco, come conseguenza di una ferita. 

Nella categoria delle borsiti infiammatorie, vanno annoverate alcune patologie più serie che potrebbero causarle. Tra queste vi sono:

• La gotta (causata dal deposito di cristalli di urea in pazienti con iperuricemia);
• L’artrite reumatoide;
• Infezioni virali o batteriche che possono attaccare le borse, che si manifestano con arrossamento e gonfiore della parte e febbre.

La borsite emorragica è una condizione patologica provocata da un trauma, che causa la rottura dei vasi sanguigni all’interno della sacca, con conseguente stravaso ematico all’interno della sacca stessa.

Come si previene la borsite?

Se un soggetto ha già sviluppato questo tipo di infiammazione è importante cercare di prevenirla, per evitare che si presenti di nuovo. Nel caso degli sportivi è bene riscaldarsi adeguatamente prima di iniziare l'allenamento e cercare di correre su superfici piane. Nel caso dei lavoratori occorre evitare di scaricare il peso appoggiandosi sui gomiti quando si è alla scrivania, di ripetere gli stessi movimenti senza concedersi una pausa ogni due ore, di sollevare carichi pesanti. 

Come far riassorbire una borsite

Se la borsite è di grado leggero, è consigliabile l’uso del ghiaccio da porre sulla parte colpita, ed osservare un periodo di riposo. Utile è anche un bendaggio elastico-compressivo che impedisca movimenti che evochino dolore. In caso di complicanze, rivolgersi al proprio medico curante. Tra gli esami diagnostici previsti per queste patologie, l’ecografia è quella più indicata per confermare la natura e il contenuto della borsa, e al fine di valutare il coinvolgimento di altre strutture adiacenti interessate dall’infiammazione.

Rimedi per la borsite

Per attenuare la flogosi e il dolore dovuto a una borsite infiammatoria di grado lieve, oltre alla borsa di ghiaccio si può assumere un farmaco antinfiammatorio, applicare pomate ad uso topico e, laddove la parte interessata lo consenta, applicare una benda elastica per contenere il disagio provocato dai movimenti.

€ 14,51 € 9,41
Il nostro farmacista consiglia
€ 7,00 € 4,27