I tendini svolgono la funzione di legare i muscoli alle ossa. Nel corpo umano sono presenti oltre 267 tendini. Queste particolari strutture fibrose, come abbiamo anticipato, fungono da raccordo tra muscolo e osso e trasmettono la spinta del muscolo verso l’osso, permettendo così il movimento. Adiacenti ai tendini vi sono le borse contenenti il liquido sinoviale, che agiscono da cuscinetti ammortizzatori tra muscoli, ossa e tendini e che, quando si infiammano, provocano la cosiddetta borsite.
La tendinite è il processo flogistico di una o più di queste strutture fibrose, che agisce veicolando il flusso sanguigno verso la zona interessata, provocando gonfiore, dolore e alterazione della mobilità. Se un tendine subisce sollecitazione continue, potrebbe accadere che le fibre di cui si compone si lesionino. Il corpo provvederà riparare la zona ma questa risulterà meno resistente e più sensibile ai microtraumi. Nonostante i tendini siano strutture estremamente resistenti, possono subire fenomeni degenerativi e processi infiammatori, come lo è, appunto, la tendinite. In realtà, il termine tendinite è improprio poiché dal punto di vista medico di parla di tendinopatie, a loro volta distinguibili in peritendiniti e tendinosi. Nel primo caso è presente un'infiammazione della zona colpita, nel secondo la sintomatologia è dovuta alla degenerazione della struttura fibrosa che compone il tendine. 

Sintomi 

Le tendiniti provocano dolore intenso e acuto che si avverte durante il movimento che coinvolge il tendine e talvolta, anche a riposo. La zona interessata appare più gonfia poiché, in caso di peritendinite, vi è un accumulo di liquido infiammatorio mentre, nel caso di tendinopatie è il tendine stesso ad ingrossarsi. I tendini che sono maggiormente coinvolti sono quelli delle ginocchia (tendinite rotulea, poplitea e del quadricipite), delle spalle, del polso, del piede, del tendine d'Achille (tendinite achillea) e dei gomiti.

Cause della tendinite

Le cause di una tendinite vanno ricercate soprattutto nei microtraumi provocati da movimenti ripetuti, (operatori coinvolti in lavori che comportano lo stare inginocchiati per lungo tempo, o con le braccia sollevate come pittori e imbianchini, e anche per chi trascorre molte ore davanti a una tastiera con le mani e i polsi non ben posizionati). La tendinite può anche essere causata da un trauma importante ed improvviso: gli sportivi, ad esempio sono spesso soggetti a questo tipo di disturbo poiché, durante lo sport, i tendini possono essere sottoposti a un sovraccarico eccessivo. A questi eventi, i tendini possono regire in un duplice modo: o infiammandosi (è questo il caso della peritendinite) o diventando oggetto di tendinosi, ovvero di un disturbo che genera una condizione degenerativa del tendine stesso. Le tendiniti e le borsiti sono spesso correlate, e trattandosi entrambe di patologie che coinvolgono i tessuti molli vengono trattate contemporaneamente.

Esistono poi, anche cause patologiche che possono provocare tendiniti e sono:
• La gotta, (causata dal deposito di cristalli di urea in pazienti con iperuricemia);
• L’artrite reumatoide;
• L’artrite psorisiaca
• Il diabete
• I disturbi della tiroide.

In tutti questi casi, fare sempre riferimento al medico curante.

Altri fattori che predispongono alle tendiniti sono il sovrappeso, l'età avanzata, i piedi piatti, le ginocchia vare e valghe.

Come si cura la tendinite?

Il primo consiglio per il trattamento di una tendinite è il riposo. Bisogna evitare l'attività sportiva ma gli esercizi di stretching, che lavorano sull'allungamento dei muscoli, possono risultare molto efficaci. Evitare i movimenti ripetitivi che causano dolore. Applicare una borsa di ghiaccio per 10, 15 minuti ogni giorno fino alla scomparsa dei sintomi. Se la sintomatologia non regredisce, rivolgersi al proprio medico curante che potrà intervenire sulla causa all'origine.

Tendinite e farmaci

Per attenuare la flogosi e la sintomatologia dolorosa, oltre alla borsa di ghiaccio si può applicare una pomata e/o un cerotto antinfiammatorio, e, laddove la parte interessata lo consenta, in alcuni casi può essere indicato l’uso di un tutore. 

Il nostro farmacista consiglia
€ 12,90 € 9,17