Il torcicollo è una condizione morbosa della zona cervicale che si manifesta con irrigidimento doloroso o addirittura impossibilità di muovere il collo. Ogni tentativo di movimento comporta dolore vivo e acuto. Tale sintomatologia dolorosa può irradiarsi anche alle spalle e alle braccia. Ma il torcicollo quanto dura? Questo disturbo, nella sua variante più comune, è dovuto alla contrattura dei muscoli laterali del collo e, per fortuna, è un fenomeno transitorio che scompare in pochi giorni

Le cause del torcicollo

Esistono molti motivi all'origine del mal di collo, tutti riconducibili a fattori diversi. Il torcicollo è causato principalmente da un colpo di freddo, da un movimento brusco del collo, da una postura sbagliata durante il sonno o durante l’attività lavorativa. Vi sono poi, cause patologiche come l’ernia cervicale o lesioni a livello del rachide cervicale. Ma la natura delle patologie che possono manifestarsi con la contrattura dei muscoli del collo è varia, e pertanto in tali casi occorre fare sempre riferimento al medico curante.

Tipi di torcicollo

In base alla causa del torcicollo è possibile distinguere diverse tipologie di questo fastidioso disturbo.

Torcicollo muscolare

È il tipo di torcicollo più comune e più frequente: è causato da colpi di freddo, posizioni errate, artrosi, reumatismi.

Torcicollo spasmodico

Si definisce così (o distonia cervicale) un disturbo causato da un problema neurologico cronico che provoca movimenti involontari della testa verso una spalla (forma tonica) o verso varie direzioni (forma clonica) e che, quindi, può essere all'origine di stiramenti e torsioni anomale dei muscoli del collo.

Torcicollo congenito 

È una condizione già presente al momento della nascita e si caratterizza per provocare una deviazione della testa che appare sempre girata verso un lato. Questo tipo di torcicollo può essere di due tipi: 

- Torcicollo congenito miogeno: è provocato dal fatto che il muscolo sternocleidomastoideo è più corto e meno elastico di quanto dovrebbe. In genere, se si interviene prontamente è un problema che non lascia traccia. 

- Torcicollo congenito estogeno: è un disturbo di natura ossea causato dall'anomalia, dal punto di vista numerico, delle vertebre cervicali, che sono presenti in un numero inferiore rispetto al "normale". 

Torcicollo sintomatico

È un sintomo di altre patologie, come mal di testa, nevralgie, problemi di vista, paralisi, otiti. 

Torcicollo oculare

Il torcicollo oculare fa parte del gruppo dei torcicollo sintomatici. Strano a dirsi, ma il torcicollo può essere causato anche da un problema di vista. Il soggetto che, ad esempio, cerca di avere una visione più chiara (in caso di alterazioni refrattive), di migliorare la stabilità della vista, di sfruttare al meglio lo spazio visivo tra le palpebre (in caso di ptosi) e le aree di visione residua (in caso di anomalie del campo visivo o di strabismo) tenderà ad assumere errate posizioni del collo.

Cosa fare in caso di torcicollo?

Le contratture muscolari rispondono bene alla terapia del calore. Impacchi caldi, o bendaggi che producono calore in questi casi, riescono a dare sollievo. In caso di infiammazione delle vertebre cervicali viceversa, può essere indicata la crioterapia , utilizzando una borsa di ghiaccio da posizionare a intervalli regolari. Il riposo a letto non è consigliato, mentre si dovrebbe cercare di alternare posizioni di riposo a modesta attività fisica. Come dormire in caso di torcicollo? L'ideale è utilizzare un cuscino che fornisca un sostegno ai muscoli del collo, come ad esempio quelli in memory foam, per evitare che la testa si muova durante la notte. Inoltre, va evitata la posizione a "pancia in giù" e preferita quella supina o su un lato, per evitare di non creare tensione sui muscoli del collo.

Quando rivolgersi al medico?

Se il torcicollo non passa oltre i tempi che abbiamo indicato come normali e e in caso di patologie già precedentemente diagnosticate o di recidive frequenti è bene contattare il proprio medico.

Farmaci per il torcicollo

I rimedi maggiormente utilizzati sono farmacologici: gli antinfiammatori comuni ( Ibuprofene, Acidoacetilsalicilico, Naprossene ecc.) analgesici (Diclofenac,) miorilassanti ( Tiocolchicoside), corticosteroidi. In alcuni casi può essere indicato l’uso di un collare ortopedico. Si suggerisce inoltre la corretta postura non solo durante il giorno, ma anche nel sonno.

Il nostro farmacista consiglia
€ 24,10 € 20,00